La “Nuvola” di Unidata si chiama UniCloud

Unidata, azienda italiana pioniera nel campo delle telecomunicazioni, presenta UniCloud, una soluzione di Cloud Computing di tipo IaaS (Infrastructure as a Service) all’avanguardia nel settore del Cloud in Italia.

Si tratta di una soluzione gestita completamente on-line, in modalità on-demand e pay-per use, che gli utenti possono attivare con grande facilità mediante una carta di credito. Dopo la registrazione sarà subito possibile cominciare a creare da un singolo server ad un’intera farm, pagando solo per le risorse effettivamente utilizzate.

Ogni sistema può essere creato scegliendone le caratteristiche hardware e partendo da template predefiniti oppure caricando i propri template nei più comuni formati. I server UniCloud possono essere modificati in qualsiasi momento, mantenuti in attività o cancellati, secondo necessità. La connessione ad Internet è ad altissima velocità e la sicurezza è garantita dalle migliori tecnologie disponibili. E’ anche possibile creare degli snapshot dei propri sistemi virtuali per effettuare dei backup oppure per creare la propria libreria di server per l’erogazione di servizi a terzi.

Le tecnologie utilizzate sono tutte Open-Source ed il core di UniCloud è OpenStack che, a sua volta, utilizza strumenti Open e Standard allo stato dell’arte nella virtualizzazione open su Linux.

“UniCloud è il fiore all’occhiello dei servizi cloud Unidata – dichiara Renato Brunetti, Presidente di Unidata – Attivabile istantaneamente on-line, potente, semplice ed economico. Un Cloud tutto italiano che verrà anche incluso nei nostri servizi di accesso in fibra ottica in modo tale da unire all’ ultrabanda la potenza e la flessibilità del cloud”

“Con l’utilizzo delle migliori tecnologie Open-Source abbiamo puntato alla realizzazione di un Open Cloud che garantisce potenza, economicità e trasparenza uniti all’utilizzo di standard largamente diffusi.” aggiunge Davide Guerri, Responsabile del progetto UniCloud di Unidata.

Un’altra caratteristica importante è la possibilità di accedere alla piattaforma UniCloud attraverso delle API (Application Programming Interface), di tipo RESTful, standard e ampiamente documentate che consentono, anche utilizzando strumenti preesistenti e di terze parti, l’automatizzazione del servizio IaaS o la realizzazione servizi Cloud PaaS (Platform as a Service) o SaaS (Software as a Service).

Infine, sulla base del IaaS di UniCloud e sempre con strumenti Open-Source, il reparto R&D di Unidata sta lavorando per realizzare servizi di nuova generazione e all’avanguardia nel settore.

Per maggiori informazioni:

www.unicloud.it
www.unidata.it

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...