Logility espande la presenza sul mercato italiano

Npo Business Solutions sigla un accordo di distribuzione della suite

Logility Voyager Solutions™

 

Milano, 8 aprile 2008 – Npo Business Solutions S.p.A. (http://www.npobs.it) distribuirà in Italia e Svizzera i prodotti di Logility (http://www.logility.com), azienda specializzata in soluzioni di demand e supply chain management. In base all’accordo siglato, Npo Business Solutions potrà fornire soluzioni e servizi basati sulla suite Logility Voyager Solutions™ della società statunitense.

Logility Voyager Solutions™ è una delle soluzioni più efficaci ed apprezzate nel mondo per la gestione dei processi collaborativi di demand, inventory e replenishment planning, sales & operations planning, manufacturing planning e schedulazione. Gli oltre 1250 clienti di Logility nel mondo ne apprezzano l’ampia copertura funzionale, la robustezza, la semplicità d’uso ed la comprovata rapidità di messa in esercizio e di ritorno dell’investimento. In Italia soluzioni basate sulla suite Logility Voyager Solutions™ sono già utilizzate con soddisfazione da diversi Clienti tra cui Pomellato, Magneti Marelli, Trelleborg e SKF-RFT.

“La scelta di Logility e della suite Voyager Solutions™ è in linea con il nostro obiettivo di rendere disponibili alle aziende medie e medio-grandi in Italia soluzioni che siano di assoluto livello internazionale, ma nello stesso tempo adatte alle specificità delle aziende nazionali,” afferma Francesco Maderna, Amministratore Delegato di Npo Business Solutions. “In questo modo, i nostri Clienti potranno unire i vantaggi delle soluzioni efficacemente pacchettizzate di Logility con la sicurezza che i servizi di consulenza, implementazione e supporto saranno erogati da un partner italiano di grande esperienza.”

“La partnership con Npo Business Solutions consentirà a Logility di avere una più forte presenza sui mercati italiano e svizzero. Npo Business Solutions apporta una comprovata competenza di supply chain, una capacità di implementazione locale ed una focalizzazione sul Cliente che si adatta perfettamente alla strategia di Logility di puntare ad un tangibile vantaggio per il Cliente,” è il commento di Mike Edenfield, Presidente e CEO di Logility. “Siamo ansiosi di aiutare altre aziende italiane a migliorare le loro attività di supply chain e di gestione dell’inventory come già fanno oltre 1250 clienti in più di 70 paesi, tra i quali Barilla USA, Electrolux, Pernod-Ricard e VF Corporation.”

 

 

Npo Business Solutions S.p.A.

Npo Business Solutions S.p.A. (http://www.npobs.it) è specializzata in consulenza e soluzioni sui temi della gestione dei processi logistici, della domanda e della produzione (demand & supply chain management – SCM) e dei sistemi gestionali (ERP) . L’azione di Npo Business Solutions è diretta principalmente alle aziende medie e medio-grandi che intendono crescere e competere internazionalmente e che vedono nella razionalizzazione ed automazione dei loro principali processi di business un’importante componente di questa strategia. Npo Business Solutions è parte del gruppo Npo Sistemi, leader in Italia per le infrastrutture IT e servizi collegati.

Per ulteriori informazioni contattare Npo Business Solutions Spa – Andrea Maderna Sales & Marketing Director (andrea.maderna@npobs.it) o visita www.npobs.it

 

Logility.

Con oltre 1250 clienti nel mondo, Logility (NASDAQ: LGTY) è un fornitore leader di soluzioni specializzate di “collaborative supply chain” che aiutano aziende piccole, medie, grandi e “Fortune 1000” nel realizzare risultati con ritorni concreti in tempi record. Logility Voyager Solutions è una soluzione completa di supply chain management che presenta capacità di performance monitorino in ambiente internet-based e fornisce funzionalità di: supply chain visibility, demand, inventory and replenishment planning, Sales & Operations Planning (S&OP), supply and global sourcing optimization, manufacturing planning and scheduling, transportation planning and management, warehouse management. I clienti di Logility comprendono Brown Shoe Company, McCain Foods, Pernod Ricard, Sigma Aldrich e VF Corporation.

 

Logility is a majority owned subsidiary of American Software (NASDAQ: AMSWA). For more information about Logility, call 1-800-762-5207 or visit http://www.logility.com.

 

All trademarks are properties of their respective owners.

Annunci

Le nuove frontiere della pubblicità online secondo il CIO di Google

Se pensate che un sito web pieno di colori e di grafica accattivante e un gran numero di pop-up publicitari bastino per promuovere i vostri prodotti su internet, siete proprio sulla strada sbagliata. L’autorevole parere viene da Douglas Merritt, CIO e vice president engineering di Google, che ha tenuto l’intervento di apertura alla recente Premier 100 IT Leaders Conference di Computerworld USA: “Non è affatto detto che ciò che funzionava un anno fa per conquistare un cliente sull’online funzioni anche oggi”.

Per Merritt la chiave del successo, per il business online di un’azienda, è la consapevolezza di avere a che fare con un target in continuo cambiamento. E l’IT manager ha un ruolo centrale nell’aiutare l’azienda ad affrontare concorrenti innovativi e mercati globali, ma anche l’insofferenza di milioni di navigatori online verso la pubblicità tradizionale. “I vostri ultimi mille clienti non vi faranno capire molto sui prossimi mille”, sottolinea Merritt, ed è sempre più difficile dare qualcosa per scontato e consolidato, sia per i modelli di business che per le tecnologie: “Quel che è sempre più evidente è che parlare CON il cliente è notevolmente diverso rispetto a parlare AL cliente”.

Il CIO di Google ha citato alcuni casi particolarmente innovativi di pubblicità online, il primo dei quali riguarda la trilogia ‘Pirati nei Caraibi’ di Walt Disney Co. Dopo aver analizzato miriadi di dati sui clienti, Disney ha capito di aver promosso il primo dei tre film così bene, che una parte del target mostrava segni di ‘sazietà da pirati’ già prima che uscissero gli altri due episodi. A questo punto, invece di puntare sulla classica pubblicità massiva, Disney ha creato un sito web interattivo, ‘Pirate Island’, dove i fan del ciclo potevano esplorare l’isola in cui è ambientata la storia, e partecipare con i personaggi principali ad alcune avventure.

Ovviamente c’è un legame con Google: per poter fruire di tutte le funzioni del sito Disney occorre scaricare la tecnologia di mappatura Google Earth. Oltre tre quarti dei visitatori hanno fatto il download, e la permanenza media nel sito è di 18 minuti, spiega Merrill: “Si può anche lasciare un messaggio al capitano Jack Sparrow: cos’è tutto questo se non pubblicità? Ma siccome è insolito, non ha provocato il rifiuto che molti navigatori riservano alla pubblicità online classica”.

Le frodi via SMS costano agli utenti venti milioni di euro all’anno

L’AGICOM, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in Italia, alla fine di gennaio ha pubblicato un comunicato per avvertire gli utenti e gli operatori telefonici del sempre più crescente allarme relativo allo spamming di messaggi sui telefoni cellulari in Italia.

E’ stato stimato che oltre 3 milioni di utenti riceve messaggi SMS di richieste di connessioni ai numeri 899 ogni giorno ma purtroppo, la maggioranza non è al corrente dei costi al quale andrà incontro chiamando il numero al segnalato sul messaggio. Il costo è stato valutato per un totale di venti milioni di euro l’anno.

In genere, questi messaggi di spam richiedono di chiamare un numero telefonico 899 da parte di un mittente apparentemente attendibile: “Part Express: abbiamo provato a farle una consegna al suo indirizzo. La preghiamo di mettersi in contatto con l’899 XXX durante gli orari d’ufficio per concordare la consegna”.

Il costo all’utente della chiamata al 899 è di €12,40 + IVA al minuto.

Acision, la società che gestisce la metà dei messaggi sui telefoni cellulari in tutto il mondo, si è dichiarata in merito a questo problema dello spam dei messaggi oggi sentito sia in Italia che in altri paesi europei. Acision vuole sensibilizzare i consumatori per proteggerli da eventuali danni e truffe.

Bas Lemmens, General Manager Europe, Russia e Africa di Acision ha commentato: “Spesso gli utenti pensano che un semplice messaggio ricevuto sul proprio cellulare è attendibile, ma il costo associato alla tariffa premium fa si che i consumatori incappino in trappole molto costose. Acision è in grado di supportare gli operatori telefonici nel proteggere i propri clienti da frodi di questo tipo attraverso la semplice tecnologia Content Control inglobata nel sistema di messaggistica. Grazie a questa tecnologia, l’operatore è in grado di notificare l’arrivo di un messaggio da un numero 899 e allertare l’utente del costo della telefonata”

Il meglio dei Comunicati Stampa Nazionali