Archivi tag: IBM

IBM annuncia nuove funzionalità dell’Artificial Intelligence di Watson, ora disponibili anche per IBM Cloud Private

Centinaia di aziende mondiali leader di mercato utilizzano ICP, il cloud privato di IBM per gli ambienti IT on-premise

In queste settimane IBM sta annunciando una serie di nuove funzionalità avanzate per IBM Cloud Private inclusa  l’integrazione di potenti soluzioni di AI come IBM Watson Assistant eIBM Watson Speech-to-Text, oltre al supporto per svariati public cloud, incluso IBM Cloud. Oggi, grazie a queste soluzioni, le aziende possono disporre di una scelta ancora più ampia e flessibile per realizzare il loro percorso evolutivo dell’IT e, per la prima volta, possono disporre del potenziale dell’IA di Watson dentro il firewall aziendale.

A meno di 12 mesi dal rilascio di IBM Cloud Private, la tecnologia open source che offre funzionalità cloud anche alle organizzazioni che si avvalgono di sistemi IT on-premise,IBM ha annunciato che centinaia di aziende leader in tutto il mondo hanno adottato questa piattaforma per aprire il proprio IT verso l’innovazione guidata dal cloud e dell’AI.

Tra queste, in Italia CNH Industrial, leader globale nel settore dei beni strumentali che produce  macchine agricole e per il movimento terra, camion, veicoli commerciali, autobus e veicoli speciali, oltre a un ampio portafoglio di applicazioni powertrain, che ha siglato un accordo cloud pluriennale con IBM. Grazie all’accordo utilizzerà IBM Cloud Private e Watson Artificial Intelligence per trasformare i propri processi di business – dalla produzione alla supply chain, dalle vendite, al marketing fino ai servizi finanziari. IBM Cloud Private aiuterà CNH Industrial a ottimizzare la gestione delle applicazioni aziendali, beneficiando comunque della sicurezza che deriva dal controllo della propria infrastruttura on-premise. L’agilità e la flessibilità di ICP hanno il potenziale di generare maggiori efficienze a lungo termine nello sviluppo di applicazioni e consentire un time to market più rapido grazie a  innovativi servizi al cliente. Continua a leggere IBM annuncia nuove funzionalità dell’Artificial Intelligence di Watson, ora disponibili anche per IBM Cloud Private

Annunci

AMGEN e IBM collaborano alla realizzazione di un assistente virtuale personalizzato al servizio dei nefrologi

Il primo assistente virtuale per nefrologi che fornisce informazioni efficienti su un corpus di documenti specializzati.

Milano, 8 ottobre 2018 – Grazie alla collaborazione tra Amgen, leader mondiale delle biotecnologie, e IBM nasce un’applicazione che rappresenta uno dei primi esempi europei di intelligenza artificiale per migliorare l’accesso alle informazioni mediche. La soluzione consente agli utenti di interagire in linguaggio naturale con un corpus di quasi 100 documenti specializzati, aggiornati e selezionati, ottenendo, in tempo reale, accurate ed efficienti informazioni, risposte e documentazioni necessarie all’aggiornamento professionale.

Obiettivo di questa soluzione è quello di realizzare uno strumento in grado di supportare gli utenti del sito web della “Società Italiana di Nefrologia” (SIN) nell’esplorazione e identificazione delle informazioni più aggiornate sulla letteratura scientifica relativa ai farmaci calciomimetici.

Gli esperti di SIN e AMGEN hanno selezionato e raccolto materiali dalle più recenti e rilevanti pubblicazioni scientifiche e hanno lavorato insieme agli esperti di IBM Services per sviluppare una soluzione che potesse accompagnare i nefrologi in un percorso di formazione professionale altamente personalizzato, che migliorasse l’esperienza dell’utente, fornendo un servizio in grado di rispondere rapidamente a domande anche complesse attraverso un’interazione naturale e semplice, che sarà fruibile attraverso un’interfaccia intuitiva, disponibile gratuitamente sul portale di SIN tutti i giorni a qualunque ora.

“Siamo orgogliosi di avere messo a punto un programma di formazione scientifica all’avanguardia; la mole di dati di cui ormai dispone la comunità scientifica è vasta” – dichiara Loreto Gesualdo, Ordinario di Nefrologia presso l’Università degli Studi di Bari e Presidente della  Società Italiana di Nefrologia – “Potere usufruire di una libreria scientifica che in tempo reale riesce a fugare dubbi in modo oggettivo rappresenta senz’altro uno strumento prezioso, che al libera tempo da potere dedicare alla comunicazione con i nostri pazienti. Continua a leggere AMGEN e IBM collaborano alla realizzazione di un assistente virtuale personalizzato al servizio dei nefrologi

Ibm apre la scatola nera dell’intelligenza artificiale

Armonk, NY19 settembre 2018 – Ibm ha presentato oggi una tecnologia in grado di garantire alle aziende maggiore trasparenza delle soluzioni di Intelligenza artificiale, permettendo di sfruttare ancora più il loro potenziale.

Il servizio software, che funziona sul cloud di Ibm con dashboard grafici di facile comprensione, mostra il processo con cui l’Intelligenza artificiale prende le decisioni, rileva automaticamente gli errori che possono portare a risultati inattesi e raccomanda quali dati vanno integrati.

Ibm Research, inoltre, distribuirà all’interno della comunità open source un kit di strumenti di rilevazione e mitigazione degli errori – il nome è Ai Fairness 360 – presentando strumenti e istruzioni in grado di incoraggiare la collaborazione in tutto il mondo.

Ibm ha assunto una posizione leader nella definizione di principi di fiducia e trasparenza per lo sviluppo di nuove tecnologie basate sull’intelligenza artificiale,” afferma David Kenny, SVP Cognitive Solutions. “È tempo di mettere in pratica questi principi. Garantiamo ulteriore trasparenza e controllo alle imprese che utilizzano l’intelligenza artificiale e si trovano ad affrontare i potenziali rischi associati a un processo decisionale scorretto.”

Questi sviluppi prendono spunto da una nuova ricerca dell’Institute for Business Value di Ibm, condotta su 5000 C-Suite executive, secondo cui mentre l’82% delle imprese stanno prendendo in considerazione la possibilità di utilizzare soluzioni di intelligenza artificiale, il 60% teme invece eventuali problemi legati alla responsabilità e il 63% non dispone di competenze interne in grado di gestire in modo sicuro tale tecnologia. Continua a leggere Ibm apre la scatola nera dell’intelligenza artificiale